Europa Creativa è un progetto dell’Unione europea che detiene come obiettivo principale quello di provvedere allo sviluppo culturale, ma non solo. Lo stesso programma infatti si suddivide in tre sezioni diverse, “Cultura”, “Media” e “Intersettoriale” che a loro volta possiedono altri fini. Tutte le varie sezioni tra l’altro possiedono elementi caratteristici ben precisi.

Europa Creativa: tutte le caratteristiche del programma in questione

 

Con la dicitura “Europa Creativa” si fa riferimento a un programma dell’Unione europea molto importante, in quanto è dedicato alla cultura e in più si suddivide in diversi obiettivi, tutti di fondamentale importanza.

Tale progetto può essere indicato anche con la denominazione inglese “Creative Europe” e si tratta di un’idea già messa in atto a partire dall’anno scorso, il 2021. Per quanto riguarda la sua durata, tale soluzione rimarrà attiva fino al 2027.

Circa il suo fine principale invece è quello di dedicarsi, come accennato, direttamente alla cultura, nonché anche a un altro ambito: quello degli audiovisivi. Per la precisione, si devono nominare tre settori differenti, in quanto Europa Creativa appunto si suddivide in tre parti, una è quella relativa alla cultura, che appunto si chiama proprio “Cultura”, l’altra è la sezione dei “Media” e poi vi è quella “Intersettoriale”.

Circa la prima che è stata citata, si può indicare che la stessa ha lo scopo principale di dedicarsi al campo culturale e nello specifico in quello della creatività, mentre non comprende il già citato ambito degli audiovisivi e infatti non presenta come fine quello di provvedere al loro sviluppo. La seconda sezione nominata invece, quella che prende il nome di “Media”, ha proprio il compito di garantire la possibilità di sviluppare il campo dell’audiovisivo.

La terza parte di Europa Creativa invece, ovvero quella che prende il nome di “Intersettoriale”, ma che può essere indicata anche con il termine “Transettoriale” viene chiamata in questo modo proprio perché si trova a metà tra le altre due sezioni, ovvero comprende alcuni obiettivi che rientrano nella prima parte e altri che rientrano nella seconda.

Si può affermare inoltre che un importante obiettivo di Europa Creativa sia anche quello di cercare di eliminare gli eventuali problemi che insorgono circa uno dei settori indicati, trovando prontamente una soluzione. In più ovviamente lo stesso progetto dovrà provvedere allo sviluppo culturale e di tutti gli ambiti creativi.

Si aggiunge a tutto ciò anche il fatto che la prima parte in cui si suddivide il progetto, “Cultura” è quella che detiene un maggior numero di fini da dover realizzare e tra questi vi è l’organizzazione di varie iniziative che rientrano sempre nell’ambito della cultura e in quello creativo, ma non solo.

Molto importante anche il fatto di mirare a far circolare il più possibile le info relative alle opere di diverso genere, che comunque fanno parte sempre del campo artistico e di quello culturale.

Non sono solo questi però gli obiettivi che Europa Creativa possiede, dato che infatti a quelli citati se ne possono aggiungere anche altri.

Ulteriori obiettivi

Molto importante anche un altro fine di Creative Europe, che consiste nel fatto di promuovere anche le diverse iniziative, specialmente a livello transfrontaliero. Si aggiunge a tutto questo anche il fatto che con il progetto in questione, l’Unione europea mira a rendere sempre più consapevoli i vari cittadini degli Stati membri, circa l’importanza della cultura. Per questo, si desidera aumentare il numero delle persone interessate agli eventi culturali e alla circolazione delle opere artistiche.

Alla lista dei vari elementi caratteristici del progetto però si deve anche sommare un’altra iniziativa importante, che riguarda il libero accesso alle opere. A riguardo si deve sottolineare infatti che l’Unione europea si pone come fine principale proprio quello di garantire ai vari cittadini Ue la possibilità di accedere in modo libero e possibilmente senza troppe difficoltà alle realizzazioni artistiche. Questo favorirà un altro importante fine: il fatto di diffondere il più possibile le caratteristiche della cultura europea. Si può anche affermare che un altro scopo dell’Unione europea sia quello di far sì che con Europa creativa la cultura possa diventare un mezzo per aumentare il livello di inclusione sociale.

Fondamentale poi anche il legame tra cultura e digitalizzazione. Gli elementi digitali infatti potranno garantire un maggiore sviluppo del campo culturale, ma non solo. Un altro fine sempre di notevole importanza riguarda il fatto di poter sviluppare in modo maggiore le competenze di tutti coloro che lavorano nei settori di Creative Europea. In questo modo non solo si aumenteranno le capacità individuali, ma la stessa cultura subirà un rafforzamento e un miglioramento.

In più l’Unione europea non solo desidera rendere più forte il campo della formazione, ma anche quello dell’istruzione. Si somma a tutto ciò anche il fatto di voler creare diversi nuovi modelli di business, in quanto in questa maniera la cultura sarà migliore. Non terminano qui però le caratteristiche di Europa Creativa, in quanto a quelle appena citate se ne possono aggiungere infatti anche altre.

Le altre caratteristiche di Europa Creativa

Tra le altre caratteristiche di Creative Europe poi vi è anche il fatto di provvedere alle cosiddette “azioni orizzontali” e a quelle che prendono il nome di “azioni speciali”. In più oltre a queste, si desidera provvedere a garantire dei sostegni in settori molto particolari della cultura, come ad esempio quello del campo dell’editoria, ma anche quello del settore della musica, nonché quello dell’architettura e l’arte.

Circa le azioni orizzontali si può affermare che l’Unione europea vuole sviluppare, attraverso Europa Creativa, una certa cooperazione tra i vari Stati membri, al fine di realizzare diversi progetti culturali. In più l’Ue mira anche all’attivazione di piattaforme che possano favorire ai cittadini l’accesso libero alle informazioni sulle opere artistiche e culturali o direttamente alle stesse realizzazioni, come accennato. Tra l’altro con le azioni orizzontali si mira pure a migliorare le competenze di coloro che lavorano nel settore della cultura, favorendo la loro mobilità, qualora quest’ultima fosse necessaria.

Con la dicitura “azioni speciali” invece si vuole fare riferimento a tutte quelle iniziative che mirano ad attribuire premi ai cittadini che partecipano a gare e/o concorsi e che si sfidano sempre dal punto di vista culturale, ma non solo. Rientrano infatti in queste iniziative anche il fatto di nominare una Capitale europea come simbolo della cultura dell’Europa e il fatto di progettare tante soluzioni varie per garantire un certo sostegno a tutti i lavoratori del campo della cultura.

In più si desidera sviluppare una serie di servizi, sempre riguardanti l’ambito culturale, che possano essere realmente utili ai cittadini. Si può quindi affermare, dati i numerosi elementi caratteristici indicati e i vari obiettivi, che Europa Creativa sia molto importante prima di tutto per l’ambito culturale, ma anche in generale per quello economico europeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.