Il Programma RescEU fa parte del Meccanismo Unionale di Protezione Civile, durerà fino al 2027 ed è iniziato nel 2021. Lo scopo principale di cui si compone è quello di spingere i vari Stati membri a prepararsi e a prevenire qualsiasi tipo di evento catastrofico, sia naturale, sia non. Nel caso poi le nazioni che vi partecipano dovessero aver bisogno di aiuti, come ad esempio squadre di soccorso o strumenti contro le inondazioni o altro, possono proprio appellarsi a RescEU.

Programma RescEU: di che cosa si tratta

Il Programma RescEU fa parte del “Meccanismo Unionale di Protezione Civile” e si tratta di un progetto Ue che è iniziato nel 2021 e che durerà fino al 2027. Si tratta di un sistema che gli Stati membri dell’Unione europea hanno a disposizione e che possono usufruire nel caso in cui non dovessero fronteggiare in modo autonomo le problematiche presenti nella loro nazione, in termini di eventi catastrofici sia naturali sia provocati dall’uomo, come azioni terroristiche.

RescEU infatti assicura la possibilità di utilizzare un aiuto aggiuntivo in modo più veloce. Si tratta quindi di finanziamenti a cui poter ricorrere, nel caso in cui fosse necessario. Tra l’altro il programma in questione non solo garantisce le risorse utili alla ripresa di un certo Stato membro, ma si occupa anche dell’organizzazione riguardante la mobilitazione di questi aiuti economici.

Lo strumento in oggetto può quindi essere richiesto qualora ci sia una crisi in un Paese dell’Ue, ma in realtà può essere adoperato anche da organizzazioni che lavorano a livello internazionale.

Il Meccanismo di protezione civile però non può essere attivato in modo automatico dalla Commissione europea ed è per questo che deve essere la nazione che presenta la situazione di crisi a richiedere l’aiuto in questione.

Per quanto riguarda la gestione delle domande, esiste un Centro di coordinamento che si occupa proprio di organizzare delle risposte a tutte le chiamate che arrivano ed è sempre attivo, ogni giorno e a qualsiasi ora e la sua sede si trova a Bruxelles.

In più lo stesso Centro consente di fornire tutte le info utili a chi ne ha bisogno e non solo.

Il funzionamento inoltre ha un’altra caratteristica: nel momento infatti in cui uno Stato che ne fa parte chiede aiuto, vengono informati anche tutti gli altri che rientrano nel Meccanismo in questione.

Per la precisione RescEU viene attivato quando il Meccanismo di Protezione Civile non riesce a far fronte a una determinata crisi e allora ecco che può intervenire lo strumento in questione.

Le altre caratteristiche di RescEU

Tra gli altri elementi che caratterizzano RescEU vi è il fatto che quest’ultimo può fornire agli Stati che ne hanno bisogno degli aerei antincendio, ma anche attrezzatture da poter utilizzare nel caso di inondazione e squadre di soccorso nelle zone cittadine, ma non solo.

A tutto ciò infatti si aggiunge anche la possibilità di fornire tutto il necessario per far costruire ospedali da campo e anche per inviare elementi utili per assistenza medica urgente.

Se uno o più elementi tra quelli elencati dovessero essere richiesti dal Paese che lo richiede, allora vengono prontamente inviati dalla nazione che ne ha bisogno. Tra l’altro RescEU agisce su due livelli: il primo è quello relativo alla prevenzione di eventi catastrofici e l’altro riguarda la preparazione.

Per quanto concerne il fatto di prevenire, si cerca di spingere ogni Stato membro alla condivisione di info e di piani strategici utili per evitare che si verifichino eventi catastrofici. Se poi questi non fossero prevedibili, si dovrà comunque avere a disposizione un elevato numero di strumenti per cercare di far fronte al problema.

Oltre a questo poi si considerano anche dei progetti utili per “mappare” il rischio e le zone del territorio ritenute più esposte al pericolo. In più vi sono ovviamente anche una serie di attività da mettere in atto nel caso in cui si dovesse verificare l’evento problematico oppure sempre utili per prevenire. Tra l’altro il Parlamento europeo e il Consiglio vengono prontamente aggiornati circa i risultati che vengono raggiunti. Per quanto riguarda invece le misure relative alla preparazione, queste sono gestite dal Centro di coordinamento precedentemente citato e indicato anche con la dicitura “Emergency Response Coordination Centre” o direttamente con la sigla “ERCC”.

Gli obiettivi e i finanziamenti

Il Meccanismo unionale e in particolare RescEU hanno diversi obiettivi e se quello primario è fornire aiuto in caso di eventi catastrofici, come accennato, tuttavia ve ne sono altri.

Tra questi, il fatto di rendere migliore il livello di cooperazione tra l’Unione europea e i vari Stati membri proprio riguardo la protezione civile. Oltre a questo, a essere protette non sono solo le persone, ma anche l’ambiente e i beni che rientrano tra quelli culturali. Le catastrofi causate dalla natura infatti, così come quelle originate da azioni umane, come per esempio gli attacchi terroristici, possono distruggere anche gli elementi considerati come patrimonio della cultura.

Per questo, RescEU detiene il compito di occuparsi anche della loro protezione. Oltre a questo, lo strumento in questione si occupa anche di garantire una certa solidarietà tra Stati membri e tra cittadini di nazioni diverse.

Da aggiungere a questi fini anche il fatto di preparare meglio non solo la nazione a rispondere a eventuali catastrofi, ma aumentare anche il livello di consapevolezza dei cittadini.

Per quanto riguarda invece i finanziamenti, questi sono stati fissati a circa 1263000000 euro e tale somma riguarda l’intero periodo di durata di RescEU, che come già accennato va dal 2021 al 2027.

Sui Paesi che possono partecipare invece vi sono sia quelli aderenti, candidati e candidati potenziali, ma anche quelli che rientrano nell’EFTA, sigla che indica l’Associazione europea di libero scambio, sia quelli che fanno parte del SEE, ovvero dello Spazio economico europeo.

Oltre alle nazioni che partecipano al Meccanismo di Protezione Civile, possono far parte del RescEU anche coloro che non rientrano nel primo programma. Tra l’altro, come già accennato, anche le organizzazioni di livello internazionale o regionale possono cooperare con questi progetti.

Come si è visto, RescEU fa parte del Meccanismo di Protezione Civile ed è importantissimo perché rappresenta una soluzione da poter utilizzare in caso di crisi dovuta a eventi catastrofici sia di origine naturale, sia provocati dalle azioni umane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.