Il Corpo europeo di solidarietà si basa su diversi elementi e su vari obiettivi e tra questi, quello principale è quello di far sì che la società migliori sotto diversi punti di vista, tra cui quello dell’uguaglianza, ma anche della lotta alla discriminazione.

Corpo europeo di solidarietà: gli elementi caratteristici

Il Corpo europeo di solidarietà è gestito dalla Commissione europea e si propone come scopo principale quello di riunire cittadini dell’Unione europea, in particolare i giovani, che abbiano come obiettivo comune quello di aiutare persone che ne hanno bisogno oppure che vogliano lottare per rendere migliore la società.

Precisamente, per poter partecipare è necessario avere dai 18 ai 30 anni.

Si può sottolineare perciò che tale programma consenta ai giovani di darsi da fare per cercare di migliorare alcune problematiche sociali oppure per aiutare le persone che hanno problemi.

Chi vuole far parte di questo progetto potrà quindi proporre idee, ma anche metterle in atto, insieme ad altri partecipanti. Uno degli obiettivi primari è quello di creare ambienti che siano in grado di accogliere gli altri, soprattutto i soggetti bisognosi.

Oltre a questo, i vari rapporti devono essere sempre basati sulla fiducia e l’ambiente che si formerà appunto deve avere proprio come questo come principio.

Tra i partecipanti possono esservi anche organizzazioni che possono poi occuparsi sempre di attività collegate al fatto di voler migliorare le condizioni sociali. Tra gli altri principi importanti che regolano proprio il programma in oggetto poi vi sono anche quelli che riguardano appunto la solidarietà, che dovrà essere il valore base.

Di fondamentale importanza poi anche il fatto di rispettare la dignità umana e ogni diritto umano, ma non solo.

Gli altri principi

Rispettare la società e renderla più giusta: è questo un altro importante scopo di cui il Corpo in questione si compone e a questi elementi si aggiunge anche il fatto di lottare il più possibile contro il razzismo e la discriminazione.

Garantire quindi l’uguaglianza in ogni aspetto sociale è importantissimo. Oltre a questo però chi partecipa al progetto dovrà anche avere sempre il massimo rispetto degli altri partecipanti, delle loro culture e anche della loro tradizione.

Quello a cui si vuole puntare quindi è una sorta di società basata non solo sul rispetto reciproco, ma anche su valori molto importanti, come ad esempio una vera e propria cooperazione in vista del miglioramento di alcune problematiche.

Ovviamente tra i vari regolamenti che devono essere seguiti per partecipare al Corpo, non si deve mai minacciare l’integrità fisica altrui o propria, ma avere sempre l massimo rispetto degli altri e di tutte le regole stabilite dal programma.

È compito infatti di tutti coloro che ne fanno parte cercare anche di assicurare al meglio la sicurezza degli altri, la loro salute e in più si dovranno anche rispettare sempre le norme legislative della nazione in cui si è, per partecipare al progetto.

L’adesione a quest’ultimo è ovviamente volontaria, ma se si desidera farne parte, si possono ricevere delle proposte per rientrare in alcune iniziative. Se si rifiutano spesso le varie chiamate, ciò potrebbe comportare l’esclusione dal Corpo in questione.

Tra l’altro, dato che si parla di partecipazione volontaria, non vi sarà alcun tipo di somma da dover spendere e dopo che i partecipanti avranno collaborato potranno ricevere anche un certificato di partecipazione.

Tale adesione inoltre implica anche la firma di un contratto proprio con una delle organizzazioni partner, che ribadirà anche l’adesione ai cosiddetti “principi della Carta del Corpo europeo di solidarietà”. Per quanto concerne poi il lavoro che un partecipante dovrà svolgere, questo sarà espressamente indicato precedentemente e tra l’altro si potrà ricevere adeguata formazione e/o sostegno linguistico.

Di conseguenza si può evidenziare come il programma in questione sia specifico proprio per aiutare non solo gli altri cittadini della propria nazione, ma in generale anche gli altri che si trovano in altri Stati del mondo. Tali progetti sono tutti finanziati proprio dal Corpo europeo, che consente quindi a chi partecipa anche di aumentare il proprio livello di conoscenze.

Tramite le varie opportunità infatti si possono seguire attività di volontariato e programmi locali sempre mirati ad aiutare gli altri. Gli ambiti a cui si può aderire sono quelli della formazione e dell’istruzione, ma anche quello della democrazia. Un altro argomento dei progetti può essere quello della cittadinanza oppure del rispetto ambientale, della migrazione e anche l’ambito culturale.

Si specifica poi che i finanziamenti garantiti dal programma in questione sono erogati tramite sovvenzione alle varie organizzazioni partner, che vengono invitate alla partecipazione. Oltre a queste informazioni, si può aggiungere che chiunque voglia far parte del programma potrà registrarsi all’apposito portale ufficiale del Corpo europeo e in più ci sono diversi organismi che ne fanno parte.

Tra questi, vi sono l’Agenzia esecutiva europea per l’istruzione e la cultura, che viene indicata con la sigla “EACEA”, poi anche dalle varie agenzie nazionali, poi dai centri SALTO e dal Centro risorse del Corpo europeo.

Di conseguenza si può sottolineare che tale progetto sia molto importante e in più si basa sul fatto di aiutare gli altri e cercare di rendere migliore la società sotto vari aspetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.