L’11 e 12 marzo saranno valutate le idee sull’UE nel mondo e la migrazione, l’economia, la giustizia sociale e l’occupazione, la cultura, la gioventù, lo sport e la trasformazione digitale.  

Il panel di cittadini europei “UE nel mondo / migrazione”, riunitosi l’11-13 febbraio 2022 a Maastricht (Paesi Bassi), ha elaborato 40 raccomandazioni, mentre 48 raccomandazioni sono state redatte dal panel “un’economia più forte, giustizia sociale e posti di lavoro / istruzione, cultura, gioventù e sport / trasformazione digitale”, che ha concluso i suoi lavori il 25-27 febbraio a Dublino (Irlanda).

Queste raccomandazioni, insieme alle altre provenienti dai panel nazionali dei cittadini organizzati dagli Stati membri sugli stessi temi, saranno ora presentate e discusse nella plenaria della conferenza al Parlamento europeo a Strasburgo.

Quando: venerdì 11 e sabato 12 marzo 2022 (incluse le riunioni preparatorie dei gruppi di lavoro e dei caucus politici)

Dove: Parlamento europeo a Strasburgo, con partecipazione in presenza e a distanza.

L’ordine del giorno della sessione plenaria è disponibile qui.

La plenaria della Conferenza sul futuro dell’Europa affronta e discute le raccomandazioni dei panel dei cittadini nazionali ed europei e gli input raccolti attraverso la piattaforma digitale multilingue raggruppati per temi. La plenaria presenterà, su base consensuale, le sue proposte al comitato esecutivo, che elaborerà una relazione in piena cooperazione e in piena trasparenza con la plenaria.

I panel hanno selezionato 80 cittadini (20 per ciascun panel) per rappresentarli alla conferenza plenaria. L’ultima sessione plenaria si è tenuta il 21 e 22 gennaio a Strasburgo. Per maggiori informazioni sulla composizione, lo scopo e il lavoro della plenaria e per scaricare tutti i documenti pertinenti per il prossimo fine settimana, consultare la pagina web della plenaria della Conferenza.

Contesto

I quattro panel europei di cittadini sono un processo guidato dai cittadini e un elemento chiave della Conferenza sul futuro dell’Europa. Circa 200 europei di età e contesti diversi e provenienti da tutti gli Stati membri) si sono riuniti in ciascun panel (in presenza e a distanza) per discutere e adottare le raccomandazioni sulle sfide che l’Europa si trova ad affrontare ora e in futuro. Le loro deliberazioni tengono conto dei contributi dei cittadini raccolti in tutta Europa mediante la piattaforma digitale multilingue e gli eventi organizzati in tutti gli Stati membri e sostenuti da presentazioni di esponenti di spicco del mondo accademico e di altri esperti.

I contributi dei cittadini europei alla conferenza, presentati attraverso la piattaforma digitale multilingue entro il 20 febbraio, saranno inclusi in una relazione finale il 17 marzo. Tuttavia, i cittadini possono ancora presentare contributi sulla piattaforma, per permettere al dibattito di continuare online. I contributi presentati dopo il 20 febbraio possono essere inclusi in una relazione finale dopo il 9 maggio.

Per ulteriori informazioni Il processo della Conferenza sul futuro dell’Europa

Calendario della Conferenza sul futuro dell’Europa

Centro multimediale del PE

Maurizio MOLINARI

Responsabile Media del Parlamento europeo in Italia

Alberto DARGENZIO

Addetto Stampa – ROMA

Valentina PARASECOLO

Addetta Stampa – MILANO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.